Alla ricerca del punto G La nuova rubrica di Enrico

A volte penso di essermi fatto trascinare da Elena in questa avventura del SexyShop solo nella speranza di fare più SESSO. L’idea di tornare a casa e trovarla indaffarata a “testare” un nuovo stimolatore clitorideo mi ha sempre eccitato e avere il compito di provare con lei tutti i nuovi giochi per la coppia fa di me un uomo felice.

Ogni tanto sono bastardo e la rimprovero “ Elena non metterti in divano che poi ti abbiocchi, devi ancora provare il nuovo babydoll e le manette in pelle……” ; magari sbuffa e si lamenta ma per mia fortuna ha un senso del dovere molto spiccato, e alla fine io ci guadagno sempre!
Siamo una famiglia normalissima, e abbiamo una casa normalissima; lo specifico (con ironia) perché chi ci ha conosciuto come coppia proprietaria di OHHH, immancabilmente prima o poi si è lasciata sfuggire un

“ ragazzi, ma siete normali, avevo un’idea diversa di voi…..”

La nostra “normalità casalinga” comprende alcuni segreti, che sono gelosamente custoditi nel soppalco della camera da letto (zona off-limit per chiunque).

Qui Elena tiene un campione degli articoli in vendita che ha o abbiamo testato.
Uno dei motivi per cui su OHHH non ci sono migliaia di prodotti è propio legato alla scelta di vendere solo quello che è stato provato (oltre a non vendere, per nostra policy, cose estreme, pericolose, di dubbia manifattura o ingannevoli).
In questo senso credo che OHHH sia unico nel variegato panorama dei sex-shop; a parte la curiosità di essere soci e compagni nella vita, quello che credo ci renda diversi è che ci comportiamo come due bottegai di una volta, che “assaggiano” quello che vendono e preparano le confezioni alla sera nel retrobottega.


Nel tempo ho reso il soppalco più confortevole e multifunzionale; un lettino da massaggio, un’altalena dell’amore (articolo molto divertente anche se un po’ invasivo), un piccolo set fotografico, una croce di Sant’Antonio (ne riparleremo), un materassino per massaggi NURU.
Da soppalco di casa di campagna con tanto di travi in legno a soffitto, è diventato un “pleasure-dome” una zona privatissima tra lavoro, gioco, piacere e sperimentazione.


Ed è proprio qui che ho capito che la mia “fame” di sesso ha origini che vanno ben oltre alla necessità di soddisfare le mie voglie ma bensì è alimentata dal desiderio di donare piacere ad Elena, di essere un esploratore dei suoi desideri, un solleticatore di fantasie, un Guru del sesso, un visionario dell’ “Ars Amatoria” del 21° secolo. E il tutto ovviamente senza essere Brad Pitt e senza avere uno “svanstuck” come Rocco Siffredi.


E prima degli sfotto tengo a precisare che tutto ciò non è animato da buonismo, altruismo o amore; sono fondamentalmente egoista e ciò che mi muove, in primis, è sempre e comunque la ricerca del mio piacere.

Semplicemente con il tempo (e con gli anni) ho scoperto quanto godimento (non solo emotivo) provo nel dare piacere; sentire il mio ego gonfiarsi alla vista di quel sorriso strano, unico e irripetibile che si accende su Elena dopo un ORGASMO da urlo, è di per se un orgasmo!

 

Sentirmi dire “bello, così non l’avevamo mai fatto”

placa il timore che tutto diventi routine.

D’altronde credo che una delle frasi più infelicemente pronunciate da noi uomini sia “ti è piaciuto?”
Una domanda che ho fatto centinaia di volte, per insicurezza, per accrescere la mia autostima, per capire se era ancora sveglia….ed ogni volta mi sono sentito un po’ sfigato!
Da qui la decisione di diventare l’uomo “che non chiede mai”, il “dispensatore di piacere” uno che può dire a testa alta “io lo so, cos’è il sesso e il rock and roll” (non centra nulla ma amo Vasco)


Ho tutto quello che mi serve per farcela, sono carico, motivato, totalmente disinibito; Elena gira mezza nuda (per lavoro) e abbiamo giochi e accessori perfetti allo scopo.
Posso farcela, posso diventare il primo a geolocalizzare “IL PUNTO G”. Voglio esplorare il mistero e condividere con voi tutte le (dis)avvenutre passate e future; situazioni HOT, comiche, fallimentari, estreme, ma tutte rigorosamente vere e made in OHHH.

p.s. Questo post contiene “spoiler” su ciò che vorrei raccontare; se verrà letto, Elena mi concederà di avere una rubrica tutta mia, “Alla ricerca del punto G”.

Il prossimo racconto sarà “Amore, e se lo avessi più grosso?”

[Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su nuovi post e prodotti in offerta! Elena]







Dai, iscriviti subito!
ti sto iscrivendo alla newsletter...
Chiudi e non ti scoccio più NEWSLETTER
Newsletter

5 € per te se ti iscrivi alla newsletter:







Dai, iscriviti subito!
ti sto iscrivendo alla newsletter...