Pillow Play: riscoprire l'intimità tra partner con una App

Pillow Play: ovvero il cellulare a letto.

Alzi la mano chi non si è detto almeno una volta una di queste cose negli ultimi mesi:

  • Non devo guardare il cellulare prima di addormentarmi
  • Non devo guardare il cellulare quando mi sveglio
  • Ieri sera ho giocato a Candy Crush invece di giocare con il mio vibratore o con il mio partner.

Io, per dire, ho alzato la mano tre volte.
Ci provo tutte le volte, anche con metodi coercitivi, tipo lasciare il cellulare in salotto la sera, tranne poi alzarmi nel cuore della notte tutta trafelata per recuperarlo, ché “Chissà se è successa una roba che devo leggere subito?”.

Deve aver pensato la stessa cosa Darren J Smith, il creatore dell’app Pillow Play, The Intimacy App for Busy Couples to Feel Close.

Dietro alla creazione dell’app c’è l’osservazione di comportamenti molto comuni nelle coppie moderne e infatti una frase che mi ha colpita del loro comunicato stampa è:

Stop sitting together both looking at your screens and use that technology to connect you.

Insomma, visto che i cellulari in camera da letto li portiamo comunque, usiamoli almeno per divertirci insieme e non per separarci.

Come funziona Pillow Play

Funziona così: si compra l’app – al momento costa 99$ – e si ricevono 30 “esercizi”: brevi audio (dai 5 ai 25 minuti) in inglese con istruzioni per riscoprire l’intimità con il proprio partner.

Le macro aree sono “Emotional Intimacy” e “Physical Intimacy”.
Alcuni episodi sono da ascoltare insieme, altri meglio ascoltarli in cuffia per non svelare al partner le nostre intenzioni.

Il percorso ci porta attraverso 30 giorni di astinenza, raccomandata per creare aspettativa e far crescere il desiderio; ogni giorno si ascolta un clip e si dedicano 10-20 minuti al nostro partner, senza se e senza ma: la lavatrice da scaricare, la partita in tv, i bambini da portare a nuoto, la spesa. No.

Mi ricordo che tanti anni fa avevo letto di una ragazza che metteva in calendario il sesso con il suo compagno: all’epoca mi era sembrata una cavolata mortale, invece penso che sia proprio una cosa intelligente, soprattutto per coppie che stanno insieme da tot anni.
Inutile menarcela, la fase maniacale dove si deve fare sesso sempre e comunque, dopo un po’ passa e per evitare di trovarsi in una relazione completamente spenta forse l’idea di mettere il sesso a calendario non è poi così male. Con Pillow Play possiamo fare ancora di meglio quindi: 30 giorni di preliminari e poi sbàm! Esplosione totale 🙂

Nella maggior parte degli episodi si può scegliere una voce femminile, con un accento British molto posh, oppure una voce maschile, un po’ surfer dude americano. Una cosa molto bella è la costruzione delle frasi pensata in modo tale da non usare mai pronomi femminili o maschili, in modo che tutti si possano immedesimare nelle meditazioni: viene usato il plurale o le forme impersonali per rendere l’ascolto piacevole e inclusivo per tutti.

La prova di Pillow Play

Ho provato un episodio da sola e chiesto a tre coppie di amici di ascoltare un episodio a testa per vedere che effetto ci faceva ricevere istruzioni su cosa fare a letto con il nostro partner. In breve: sì, grazie! Ecco qualche informazione in più 🙂

Gentle Awakening

Questo episodio l’ho ascoltato da sola e l’ho trovato piacevole anche così. È una meditazione che guida al risveglio, le istruzioni sono davvero rilassanti anche se si è da soli. Ovviamente in due si aggiunge la bellezza del risveglio insieme: è facile immaginarsi in un letto, sotto il piumone in una mattina di inverno a guardarsi negli occhi mentre si è ancora un po’ assopiti. Bello, bello.

Back Play

Un massaggio davvero sensuale, per chi lo fa e chi lo riceve. Lo ascolta una persona, mentre l’altra si lascia andare e aspetta di sentire dove si muoveranno le mani dell’altro. Un po’ di olio da massaggio, luci soffuse, la coppia che lo ha provato ha detto che l’attesa (delle istruzioni e del movimento delle mani) è il punto forte di questo semplice massaggio.

Fifteen Kisses

Quanto di voi si baciano sempre nello stesso modo con il proprio partner? Scommetto tanti. È che alla fine siamo tutti un po’ abitudinari. Fifteen Kisses è qui per aiutarci a sperimentare dei baci diversi, alcuni sono anche un po’ ridicoli, cosa che è piaciuta molto alla coppia che ha testato questo clip. Forse il segreto per continuare a fare sesso gioioso è proprio ridere un po’ di più a letto invece che prendere la cosa troppo sul serio?

Toy Tease

Questo è l’episodio per tutti i clienti di Ohhh 🙂
Come giocare con un vibratore per farsi passare l’imbarazzo di usarlo insieme per la prima volta. B&M che lo hanno provato, lo hanno trovato perfetto per conoscere “l’attrezzo” e divertirsi insieme.

pillow play app per coppie

L’intervista all’ideatore della App

Dopo aver ascoltato un po’ di episodi, mi è venuta la curiosità di saperne un po’ di più, così ho scritto a Darren, il creatore dell’app per fargli qualche domanda. Ecco cosa ne è venuto fuori:

Come è nata l’idea dell’App?

È tutto nato nel 2013, quando mi sono accorto che avere relazioni durature e intime non è affatto facile! Dopo circa un anno dall’inizio delle mie storie il sesso iniziava ad essere meno eccitante e quindi mi sono chiesto “Dove sto sbagliando? Perché succede questa cosa? È inevitabile?”. Ho iniziato così a cercare di saperne di più sull’intimità, l’amore, il sesso e in generale su come gli umani interagiscono e si connettono tra di loro.
Ho letto libri, seguito seminari, sperimentato con toys, giochi di ruolo, BDSM. Soprattutto ho imparato a lasciarmi andare, ad essere autentico e curarmi di meno di cosa pensano gli altri. È un viaggio senza fine praticamente. E poi ho incontrato Kate Moyle.

Ecco, dimmi come hai messo insieme il team.

Kate è una psychosexual e relationship therapist, cioè una terapeuta specializzata in relazioni e sesso. La mia idea di creare qualcosa per educare le coppie all’intimità ha catturato la sua attenzione. È una delle più giovani terapeute inglesi con questa specializzazione e una delle sue aree di interesse è proprio come la tecnologia sta cambiando le relazioni e può essere usata per migliorarle.
Da questo incontro è nato Pillow Play.

[Qui Darren parla del team di Pillow Play]

Educare le persone all’intimità: dimmi di più perché forse è una cosa che diamo per scontato e invece…

Gli esercizi per l’intimità sono usati da diversi professionisti che si occupano di sesso e relazioni: da terapeuti a sex coach, consulenti matrimoniali, istruttori di Tantra.
Sono studiati per coltivare una serie di “soft skill” (nda: ecco, io pensavo se ne parlasse solo nei CV, vedi?) che non vengono insegnati nel sistema educativo occidentale: empatia, apertura, compassione, perdono, gratitudine, pazienza, accettazione di sé e altro ancora.

Kate e io abbiamo pensato che questi esercizi potevano essere molto utili e potenti per insegnare alle coppie a restare in contatto senza necessariamente vedere un terapista. Vogliamo rendere comune l’uso di esercizi per l’intimità in modo che un numero sempre maggiore di coppie possa sperimentare una profonda intimità e lo smartphone ci è sembrato lo strumento più adatto per portarsi gli esercizi a letto!

Fantastico! E dimmi, piani per coppie che vivono relazioni a distanza…

… (proprio sulla pagina Facebook di Ohhh ho visto il video di Alain de Botton e l’ho trovato bellissimo*) o per single che vogliono esplorare le proprio emozioni e il proprio corpo da soli (in fondo, come dice Woody Allen, masturbasi vuol dire fare sesso con qualcuno che si ama) ne avete?

*I vantaggi di una relazione a distanza, video di Alain de Botton su Internazionale.it.

No, il nostro focus è aiutare le coppie a uscire dalla propria routine e dalle abitudine che si sono create negli anni e a ritrovare la curiosità e la scintilla del primi tempi.

 

Per saperne di più

Il video di Pillow Play.

Il sito della App. Ci sono le presentazioni di tutti gli esercizi delle 4 settimane.

 

Insomma, per il 2017 meno Pikachu e più Pillow Play!
Ora vado scusate, devo caricare l’iPhone e inserire le sessioni nel Google Calendar.

Chiudi e non ti scoccio più NEWSLETTER
Newsletter

5 € per te se ti iscrivi alla newsletter:







Dai, iscriviti subito!
ti sto iscrivendo alla newsletter...