Sex-expert Lo squirting e l'eiaculazione femminile

Ma lo squirting esiste davvero? Pensando alle scene da idrante dei film porno.
Ma da dove esce il liquido? Cercando di immaginare la vagina – quel luogo sconosciuto e impervio – e le possibili riserve di liquido.
Ma è un orgasmo vaginale? Mescolando gli insegnamenti di Freud con Master of Sex e le dritte di Rocco

Si esiste, abbiamo le prove!

Non succede solo nei video porno: in tante ne hanno fatto esperienza, in modi spesso diversi fra loro, e negli ultimi anni anche la scienza ha iniziato a studiarlo per capirne i meccanismi.

E, a differenza di quanto alcuni pensavano, non è una perdita di urina durante il rapporto sessuale, né tantomeno dipende dal fatto che una scelga deliberatamente di farsela addosso per mimare l’eiaculazione. Mi piace definirlo come un tipo di orgasmo diverso, da aggiungere agli altri: lo squirting può arrivare da solo o essere accompagnato da un orgasmo clitorideo, vaginale, anale.

Cosa si sente prima dello squirting?

La sensazione che le donne riferiscono è quella di riempimento, come se la zona si gonfiasse, anche di calore, un calore che va crescendo sempre più, fino a che lo si deve lasciare andare.

Ed è proprio quella la sensazione di piacere che si sente: come una liberazione fatta di caldo, umido e pienezza, seguita da relax. Rispetto ad un solito orgasmo clitoride/vagina/ano in cui si tende a contrarre tutto il pavimento pelvico, la vagina, le mani, i piedi (sì, fateci caso!), con lo squirting si deve lasciare andare, rilassarsi e liberarsi.

Squirting ed eiaculazione femminile: sono la stessa cosa?

Per essere precisi: si definisce squirting il tipo di orgasmo accompagnato dalla fuoriuscita del liquido dalla vescica (non è esattamente pipì, diciamo che è una specie di urina molto diluita, come quando bevi 2 litri di acqua in tempo record). Si parla di eiaculazione femminile quando il liquido esce solo dalle ghiandole di Skene (il corrispettivo femminile della prostata maschile).

Questo liquido può uscire in vari modi: a spruzzo, a getto, a piccole gocce quasi impercettibili, ma sempre accompagnato dalla sensazione descritta prima. Non ci sono regole, non ci sono “spruzzi” sbagliati, anche se magari le attrici dei porno hanno più dimestichezza, allenamento e consapevolezza, e sanno come “accompagnare” questa fuoriuscita di liquido.

Come si arriva ad eiaculare o squirtare?

Si deve stimolare il famoso punto G, cioè la zona uretro-clito-vaginale, così detta perché è formata da:

  • una parte rugosa che si trova sulla parete vaginale,
  • la spugna periuretrale che fodera l’uretra e contiene le ghiandole di Skene e le ghiandole uretrali,
  • e il corpo della clitoride, che può rientrare in profondità anche se non sempre è coinvolto.

La stimolazione diretta non è sempre necessaria, a volte basta stimolare il glande del clitoride, a volte l’orifizio da cui esce la pipì, e a volte succede durante la penetrazione anche se non si è cercato di stimolare proprio quel punto.

La zona può essere stimolata con le dita, provando vari movimenti e scoprendo quelli più efficaci. Le sensazioni possono essere diverse: all’inizio qualche donna sente fastidio, altre fin da subito trovano che sia molto piacevole. Quindi sta a te cercare di capire se sia il caso di continuare forzando un po’ i limiti.

Per le prime volte…

Se hai paura di bagnare o sporcare le lenzuola, puoi provare la stimolazione nella doccia o nella vasca, o stendere sul letto qualche asciugamano, così da non avere preoccupazioni che ti possono inibire.

Puoi provare con le dita, anche se non sempre hanno la lunghezza adatta per arrivare nel punto giusto – soprattutto se “fai-da-te” – e c’è anche il rischio di stancarsi, perché le prime volte ci può volere anche una buona mezz’ora.
Oppure puoi provare con sextoys con la curvatura adatta per andare a stimolare questa zona e far sì che squirtare sia più facile.

Se non riesci la prima volta, né la seconda, può essere che ci voglia più tempo; proprio perché può essere difficile lasciarsi andare a nuove sensazioni.

Se la stimolazione, mentre la fai/ricevi, ti porta piacere, hai trovato il punto giusto, il resto verrà da sé!

Chiudi e non ti scoccio più NEWSLETTER
Newsletter

5 € per te se ti iscrivi alla newsletter:







Dai, iscriviti subito!
ti sto iscrivendo alla newsletter...